Cosenza sveglia il Real Metapontino dal sogno D

Gli ultimi 90 incandescenti minuti della stagione per Real DSC_0243Metapontino e Vibonese, nella finale dei play-off nazionali del campionato di DSC_0211Eccellenza, sanciscono il passaggio alla serie D dei calabresi. Il pari più meschino della stagione per il Real Metapontino, perchè giunto nel momento meno propizio, a favore di una Vibonese caparbia, che è riuscita a pareggiare l’iniziale vantaggio di Cirigliano con la rete di Cosenza.     Allo stadio Rocco Perriello di Policoro, primi venti minuti di studio approfondito per le due compagini. In seguito, i padroni di casa si sono dimostrati decisamente più attivi, dalle parti di Mengoni. Difatti al primo affondo più deciso, poco prima della mezzora, i celesti passano. A depositare la sfera in rete è capitan Cirigliano, bravo nell’arpionare l’assist di Margiotta e superlativo nel superare Mengoni, con uno splendido pallonetto. Il vantaggio carica gli uomini di Finamore, che tornano all’assalto. Ostaku tenta dai 20 metri, con un bolide sul quale Mengoni fa buona guardia. Sul finale della prima frazione, il primo affondo pericoloso dei vibonesi. Garat calcia dal limite dell’area, sulla corta respinta di Marino si avventa Allegretti, che di prima intenzione colpisce il palo interno. La palla danza per qualche istante sulla linea di porta, poi giunge Guarino che spazza via. L’urlo strozzato in gola del numeroso pubblico vibonese è accompagnato dal duplice fischio dell’arbitro. DSC_0267Seconda metà di gioco, che si apre con la Vibonese impegnata a scardinare la retroguardia metapontina. Di Maria lancia in campo Tamburro per Puntoriere passando ad un 4-3-3. Al quarto d’ora in seguito ad un batti e ribatti in area, Cosenza impegna Marino che chiude lo specchio. Alla mezzora su un azione fotocopia, l’estremo di fensore celeste non può nulla. Cosenza gela il Rocco Perriello, agguantando il pari. I padroni di casa accusano il colpo e reagiscono solo DSC_0260allo scadere. Cirigliano in profondita per l’accorrente Ambrosecchia, che salta Mengoni e mette al centro per Gallitelli. Il baby attaccante metapontino, però impatta la palla su una zolla di campo traditrice. Ne risulta un tiro sbilenco, che lambisce il palo. Ultima occasione nitida per i celesti, viene bloccata da un dubbio fallo in attacco di Ambrosecchia, espulso per proteste. Dopo lo 0 a 0 dell’andata, questo risultato di parità, premia la formazione calabrese, per effetto della rete in trasferta e difatto condanna gli uomini di Finamore, che al termine della sfida sono stati abbracciati letteralmente da un lungo applauso del pubblico di casa.

 

Tabellino

Real Metapontino: Marino, Lamarra, Ambrosecchia, Cordisco(dal 26′ st Laviola), Meric(dal 33′ st Ripa), Russo, Cirigliano, Guarino, Ostaku, Margiotta, Gallitelli;

A disp.: Maida, Chiorazzo, Mastrapasqua, Appella, Tancredi;

All.: Finamore;

Vibonese: Mengoni, Vallone, Paviglianti(dal 29′ st Da Dalt), Ruscio, Ferraro, Bertini, Puntoriere(dal 5′ st Tamburro), Cosenza, Allegretti, Garat, Tropea(dal 39′ st Fusca);

A disp.: Bombai, Leta, Riitano, Gaetano;

All.: Di Maria;

Arbitro: Caprione di Castellammare;

Assistenti: Falco di Bari e Pacifica di Taranto:

Quarto uomo: Panetiella di Bari;

Marcatori: al 28′ pt Cirigliano, al 31′ st Cosenza;

Note

Ammoniti: Ambrosecchia, Cordisco(RM), Ruscio, Garat, Allegretti(V);

Espulso: Ambrosecchia somma di ammonizioni;

Recuperi: 0′ pt, 4′ st;

Spettatori: 600 circa;

sul Quotidiano della Basilicata del 15/06/2015

Mario Quinto

Leave a comment

Your email address will not be published.


*