Finanziato il progetto per discarica La Recisa di Pisticci

Con Delibera di Giunta Regionale n. 800 del 16 giugno 2015, la Giunta Regionale ha ammesso a finanziamento l’intervento di “Incremento della capacità di trattamento per biostabilizzazione dei rifiuti urbani” per un importo di € 850.022,00, Biodigestori_La Recisaa valere sulla linea d’intervento Vll 3,1.B del PO FESR Basilicata 2007-2013,  da realizzarsi presso la discarica comunale “La Recisa”. Il progetto è stato proposto dal Comune di Pisticci con nota prot. n. 0023450 del 13/10/2014 ed è finalizzato all’ottimizzazione del servizio di gestione del ciclo integrato dei rifiuti attraverso un impianto di trattamento dei RSU o loro frazioni. Posto che la trito-vagliatura, pur rappresentando un miglioramento della gestione dei rifiuti indifferenziati, non soddisfa, da sola, l’obbligo di trattamento previsto della Direttiva 1999/31CE, pertanto, deve essere prevista necessariamente  un’adeguata selezione delle frazioni dei rifiuti e la stabilizzazione della frazione organica. Le operazioni ed i processi che soddisfano i requisiti minimi per rispettare il vincolo del conferimento in discarica dei soli rifiuti trattati sono il trattamento effettuato mediante tecnologie più o meno complesse come ad esempio la bioessicazione e la digestione anaerobica previa selezione, il  trattamento meccanico biologico. Il potenziamento della sezione di biostabilizzazione, progettato dal Comune di Pisticci, e finanziato dalla Regione,  consentirebbe in una situazione già critica riguardo le volumetrie residue per il conferimento dei rifiuti urbani in discarica nella provincia di Matera, di alleggerire notevolmente il quantitativo di rifiuti indifferenziati da destinare alla stessa discarica, attraverso la biostabilizzazione della componente umida.Si tratta di un importante finanziamento arrivato nelle casse comunali per la realizzazione di un’opera che, unitamente alla Raccolta Differenziata, consentirà una gestione efficiente della piattaforma i cui effetti avranno dei riverberi sui costi di gestione del servizio e a vantaggio dei cittadini. L’importo deliberato consentirà di aggiungere otto biocelle alle otto già esistenti, realizzate nel recente intervento di ampliamento del bacino di stoccaggio, che è in fase di avvio insieme all’impianto di trito vagliatura. Ricodiamo che un altro progetto presentato dal Comune di Pisticci, se finanziato, consentirebbe la separazione meccanica dei rifiuti mediante analisi dell’immagine con sensoristica di prossimità. L’intervento, dal costo di circa quattro milioni di euro, potenzierebbe ancor di più la differenziazione diminuendo all’essenziale il conferimento in discarica e chiuderebbe un ciclo moderno e virtuoso della gestione dei Rifiuti Solidi Urbani. L’amministrazione comunale di Pisticci esprime vivi ringraziamenti alla Regione Basilicata e rinnova la sua disponibilità alla migliore collaborazione nella gestione dei flussi dei RSU

Leave a comment

Your email address will not be published.


*