Il viaggio in handbike di Samuel. Dalla Sicilia all’Expo, passando per Matera

Il 3 Agosto prossimo Matera, sarà una delle città ad ospitare una delle venticinque tappe di un viaggio particolare, “Dalla Sicilia all’Expo 2015”. Un iniziativa che vedrà attraversare molte città Italiane da atleti in Handbike, tandem e biciclette per lanciare un messaggio FB_IMG_1438272667392“Tutti insieme c’e la possiamo fare”. Ideatore e trascinatore di questa bella iniziativa Samuel Marchese, un ragazzo di appena sedici anni Siciliano, precisamente di Siracusa, diversamente abile, che si sposta su carrozzina a causa di una malattia congenita al midollo spinale che non gli ha mai permesso di mettere i piedi a terra. Samuel per l’occasione su Handbike, insieme ad un gruppo di sportivi diversamente abili “fredom angels” : Gianni Canzolle non vedente con Patrizia Magliocco alla guida del tandem, Martino Florio sulla Handbike ed altri che stanno già percorrendo una serie di tappe, in tandem, handbike e in bici da dove sono partiti, Siracusa il 15 luglio scorso. Il gruppo sostenuto dall’Associazione Astrea e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, e tutti i Comuni cui farà tappa, raggiungerà l’Expo-Milano tra il 10 e il 13 agosto, passando però prima per Roma dove porteranno il messaggio a Papa Francesco, “I can make it” (c’è la posso fare), e prima ancora, il 2 e 3 Agosto saranno a Matera Capitale della Cultura 2019, un viaggio in cui percorreranno un totale di circa 750 Km. La tappa di Matera in cui fervono già da tempo i preparativi, sarà caratterizzata dall’ospitalità al team degli atleti, in una struttura adeguatamente attrezzata e priva di barriere architettoniche come l’Hotel San Domenico, una tappa voluta per lanciare un messaggio “sociale” da parte l’amministrazione Comunale in toto, della neo Assessore alle politiche Sociali quali Marilena Antonicelli e dello Sport Massimiliano Amenta e lo stesso Nunzio Olivieri (presidente dell’ Api) che si è prodigato a far sistemare le camere per la fruibilità agli stessi partecipanti, senza barriere. Anche l’atleta agonista professionista di Handbike (cui stà partecipando al Giro d’Italia Handbike con successo), Antonio Trevisani referente settore paralimpico lucano che parteciperà all’evento insieme a Samuel ha voluto che Matera sposasse l’evento, disegnando il percorso e l’impegno dei Vigili urbani e tutti i volontari materani insieme alla Polizia Stradale, Forze di Unità Cinofile uniti per la sicurezza dello stesso. Il programma prevede che il 3 agosto alle ore 9 il gruppo attraverserà le strade di Matera per un totale di 4 Km scortati tecnicamente dall’associazione motociciclistica Indian Bikers e alla fine della manifestazione presso il Palazzo Comunale al sesto piano, la Conferenza Stampa per illustrare il fine nobile dell’iniziativa e il messaggio che il giovane atleta ha voluto lanciare, rappresentato e promosso anche da “Flyzoneitaly” cui da spazio a tutti i giovani che hanno molti progetti che insieme aiutano a realizzarli anche questa volta con “YOU CAN MAKE IT”

Leave a comment

Your email address will not be published.


*