Inchiesta petrolio, intercettato anche Vito De Filippo

Tra le intercettazioni dell’inchiesta fatta dalla Procura di Potenza sullo smaltimento illecito di rifiuti, compare anche il sottosegretario alla salute Vito De Filippo. L’ex governatore della Regione Basilicata è stato intercettato durante una telefonata con uno degli indagati, l’imprenditore Pasquale Criscuolo. Come riferisce l’Agenzia Giornalistica Italia, De Filippo parla al telefono con Pasquale Criscuolo: “ti devo chiedere una informazione molto semplice – dice il sottosegretario a Criscuolo – la mia assistente dovrebbe passare a chiederti una informazione per mio conto”. Ottenuta la disponibilita’ di Criscuolo all’incontro, si legge nell’ordinanza del gip di Potenza, De Filippo “invitava lo stesso, qualora avesse necessita’ di risolvere problematiche sulla capitale, a rivolgersi alla giovane donna”: “chiedile tutto che lei ti puo’ spiegare tutto e’ una persona di grande valore – dice De Filippo nella telefonata intercettata – a parte che se ti serve qualsiasi cosa e’ in condizioni di risolverti molti problemi su Roma”. Nel tardo pomeriggio invece, con queste parole il ministro dello sviluppo economico Federica Guida ha rassegnato le dimissioni: “Caro Matteo sono assolutamente certa della mia buona fede e della correttezza del mio operato. Credo tuttavia necessario, per una questione di opportunità politica, rassegnare le mie dimissioni da incarico di ministro. Sono stati due anni di splendido lavoro insieme. Continuerò come cittadina e come imprenditrice a lavorare per il bene del nostro meraviglioso Paese”. La decisione della ministra evidentemente è stata presa a seguito dell’inchiesta in cui è stata coinvolta, assieme al suo compagno Gianluca Gemelli, che è tra gli indagati.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*