Ipotesi fusione per PisticciMarconia e Atletico Marconia

presidente%20marconia

Antonio Gioia PisticciMarconia

petraccaMario

Mario Petracca Atletico Marconia

In seguito ad una stagione al di sopra della aspettative, e l’obiettivo salvezza raggiunto con largo anticipo, il PisticciMarconia lancia le linee guida per il campionato di Eccellenza 2015/2016. Una di queste è indubbiamente l’ampliamento dell’organico societario, per continuare a costruire tassello dopo tassello il soggetto unico sportivo della città di Pisticci. In funzione di ciò, gli ultimi rumors lasciano presagire, che sia alle porte una nuova fusione. A meno di un anno dalla prima operazione di unione tra Aurora Marconia, Holly e Benji e Pisticci Setac, dalla quale nacque il PisticciMarconia, potrebbe essere alle porte l’accorpamento con l’Atletico Marconia. Per quest’ultima dopo l’ultima stagione sportiva nel campionato di seconda categoria, il Presidente Mario Petracca ha annunciato completa disponibilità a prendere parte al progetto fusione. Il numero uno dell’Atletico, però, avrebbe posto come condizioni necessarie il totale appoggio da parte dell’amministrazione, la totale disponibilità di entrambi campi sportivi oltre alla presenza in rosa di un maggiore numero di atleti del posto. Altro leitmotiv, che la PisticciMarconia continuerà a sostenere nel prossimo futuro, è rappresentato dal progetto giovani. Tra le priorità della società di via Cavour, infatti, c’è un meticoloso lavoro di crescita studiato per le giovani leve del posto e per quelle dei paesi limitrofi, che hanno scelto e sceglieranno la società rossogialloblè. In un comunicato emanato dall’ufficio stampa della società jonica, la dirigenza ha lanciato un chiaro messaggio alle istituzioni, invitando l’assessore Alessandro Vena a prendere in carico la causa PisticciMarconia. Anzitutto per risolvere la questione legata al campo comunale di Marconia, in secondo luogo per definire una soluzione di continuità per il soggetto unico sportivo. Questi sono i punti chiave dai quali non si può prescindere, sopratutto in considerazione della scadenza fissata dalla Figc, al 19 giugno, per fusione e variazione nome società.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*