Ponte 2 giugno: Rayo de Luna, Il terrazzo, la Collinetta e il Pago promuovono il metapontino

Campagna, mare e il patrimonio della Capitale della Cultura Europea della Cultura 2019: è l’offerta unica che Turismo Verde, Agenzia Agrituristica della Cia ha lanciato per il ponte del 2 giugno. Quattro le aziende agrituristiche – Il Rayo de luna di Marconia di PisticciRayo, Il “terrazzo sul Sinni” di Rotondella, la Collinetta Nova Siri, il “Pago” di Rotondella – che promuovono il territorio ed offrono pacchetti di servizi particolari, itinerari ai turisti che hanno deciso di trascorrere due-tre giorni nelle aziende agrituristiche del Metapontino. Intanto l’ultimo report Istat sulle aziende agrituristiche italiane conferma la “buona qualità” dell’offerta di ospitalità rurale in Basilicata: le aziende del turismo rurale censite, in regione sono 124 con una disponibilità massima di 1.929 posti letto e 3.919 coperti a tavola. L’incremento annuo è del 10,5% in più di aziende, del 12,7% di posti letto e del 9,8% di coperti a tavola. “Il report segna il soprasso (sia pure di due sole unità) di donne conduttrici di aziende agrituristiche rispetto agli uomini che – sottolinea Giuseppe Modarelli, presidente di  Turismo Verde Basilicata – rileva la crescita nel giro di pochi anni di una nuova generazione femminile di imprenditrici del turismo rurale fortemente caratterizzate da innovazione e creatività”. Quanto alle attività proposte agli ospiti, in 31 aziende è possibile praticare l’equitazione, 36 la montain bike; 59 propongono itinerari di escursionismo, 45 di trekking e 12 osservazioni naturalistiche. Una trentina sono anche fattorie didattiche e in una decina si svolgono corsi-laboratori di cucina. Per zona altimetrica, le aziende si trovano per il 52,4% in montagna, per il 25,5% in collina e per il 22,1% in pianura.

Il “biglietto di invito” degli agriturismi del Metapontino è un messaggio efficace che ha già registrato interesse e prenotazioni: approfittare del week end 2 giugno per trascorrere qualche giorno a contatto con la natura in Basilicata e visitare Matera, Capitale Europea della Cultura per il 2019. Un’ottima occasione per degustare i nostri prodotti tipici e per tuffarsi nelle splendide acque dello Jonio,  a pochi chilometri dagli Agriturismi di Marconia, Rotondella e Nova Siri. Ci saranno laboratori per adulti e bambini (fare il formaggio, il pane, la pasta), degustazioni di prodotti tipici di qualità. Si potrà quindi avere un assaggio di ciò che un soggiorno in agriturismo può rappresentare: ambienti naturali, contatto con gli animali, conoscenza delle tradizioni, cibi genuini, vita a contatto con gli agricoltori. Si potrà insomma vivere l’emozione di ‘diventare agricoltore per un giorno in città, per poi vivere direttamente l’esperienza e una vacanza in agriturismo. “L’agriturismo è un settore fondamentale per l’economia agricola della nostra regione – sottolinea Donato Di Stefano, direttore Cia Basilicata; la Cia è da sempre in prima linea in questo ambito. L’agriturismo è il futuro della nostra agricoltura e il futuro dei giovani imprenditori agricoli, che possono differenziare le produzioni e quindi il reddito della loro azienda agricola”. Un agriturismo sempre più “moderno” con una vasta ed innovativa offerta di vacanza rurale e di attività diversificate collegate al modello “tradizionale” nel quale la buona cucina contadina resta l’attrattore principale. Bisogna prendere atto che è cambiato l’identikit dell’ospite agriturista. Mentre, da una parte, tiene lo “zoccolo duro” della clientela di famiglie con bambini che cercano relax, cibi genuini e garantiti e contatto con la natura e gli animali, dall’altra crescono le prenotazioni di eco-turisti che cercano nell’agriturismo benessere.

Un esempio, l’Azienda Agrituristica “Rayo del luna”, locata nel cuore del metapontino a pochi chilometri dalle spiagge, a due passi da Marconia nel comune di Pisticci in Basilicata, dove oggi predomina un’agricoltura tesa a privilegiare fortemente l’ortofrutticoltura. Immersa nel verde e nella quiete, rappresenta – per il clima temperato che da queste parti accompagna tutte le stagioni – la location ideale per una vacanza diversa, rilassante alla scoperta degli infiniti segreti di una terra affascinante, che racchiude una storia millenaria le cui radici affondano nel periodo magno-greco. A poche centinaia di metri dall’azienda agrituristica pisticcese, infatti, sorge un acropoli, da oltre un decennio oggetto di studio di una equipe di studenti e ricercatori francesi. Il gruppo di studio, diretto dal Prof. Mario Denti, annualmente a Settembre è ospite presso la struttura agrituristica. Le ricerche sul campo, durante gli anni, hanno portato alla luce i primi insediamenti degli Enotri.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*