“Tour in bus” tra le discariche abusive. A Pisticci il 31 luglio

“Una grossa fetta di responsabilità che è da addebitare alla totale assenza del senso Civico o becera indifferenza da parte dei cittadini. Solo se è la comunità stessa a ribellarsi e solo se è la comunità stessa a fare da controllore e non da mero controllato, si può tentare di uscire dal tunnel di inciviltà in cui siamo costretti a vivere. news42179_5E’ la famigerata cittadinanza attiva che può a mio avviso e deve , intervenire accanto all’Amministrazione”. Con queste parole la Dott.ssa Leone e l’Amministrazione Comunale hanno lanciato un ulteriore campagna di sensibilizzazione e di azioni verso un tema molto caro al territorio Pisticcese. L’iniziativa si è resa necessaria, dopo che nell’ultimo periodo si è preso coscienza della inaccettabile situazione in cui versano alcune zone del territorio di Pisticci. In particolar modo nelle campagne e nei luoghi isolati ed inaccessibili si è perpetrato l’orrida consuetudine da parte di “incivili” di abbandonare rifiuti di ogni genere sul territorio. Molti gli indignati che hanno denunciato l’accaduto anche attraverso l’uso dei “social”, sollecitando più volte alle autorità preposte e all’Amministrazione Comunale ad un intervento efficace e non solo repressivo, ma anche educativo al rispetto dell’Ambiente. La tematica dell’abbandono e deposito incontrollato dei rifiuti è stata una delle prime problematiche cui il capogruppo del “Forum democratico” la Dott.ssa Francesca Leone si è occupata da subito già dalla suo primo incarico in giunta con la delega all’Ambiente. Dopo essersi informata su quali fossero state le azioni intraprese dall’Amministrazione: con una dettagliata mappatura del territorio atti ad evidenziare i “punti caldi” di abbandono e di accumulo periodici dei rifiuti, oltre la richiesta di centinaia di migliaia di euro alla Regione per la bonifica dei siti, la campagna di sensibilizzazione “Pisticci Zero rifiuti”, la istituzione del servizio a chiamata per il conferimento degli elettrodomestici (e non solo) direttamente a casa da una ditta esterna appositamente incaricata. Oltre ad una serie di strategie che andassero nella duplice direzione di prevenzione e repressione. In tal senso anche un incontro “interforze” con Carabinieri Polizia di Stato, Corpo Forestale e Polizia Municipale per provare ad attivare un’azione sinergica atta a colpire questi atti di inciviltà. Da tale incontro è emerso che il 70% dei rifiuti abbandonati è rappresentato da calcinacci e il 30% rappresentato da rifiuti solidi ingombranti. Su segnalazione dei carabinieri e polizia è stato distribuito anche un volantino informativo presso tutte le abitazioni “di campagna” ubicate nel territorio comunale. Adesso, una nuova lodevole iniziativa quella in programma venerdì 31 luglio, l’Amministrazione Comunale di Pisticci, in collaborazione con Legambiente, proverà a coinvolgere i cittadini che si sentono offesi dalla mancanza di rispetto e che subiscono quotidianamente, organizzando il “Tour in Bus per le discariche abusive”. Un Tour in pullman (da 30 posti), che farà il tour nelle “discariche abusive” del territorio di Pisticci, e si faranno delle soste in alcuni punti critici, dove simbolicamente verranno raccolti i rifiuti (fatti salvi i casi in cui ci siano rifiuti pericolosi o speciali), e che verranno sistemati nel camioncino della ditta che se ne occupa quotidianamente. Verrà collocata nei punti più significativi un apposita segnaletica informativa con l’indicazione del numero verde e delle modalità di conferimento. Il Tour inizierà alle 15,15 da Marconia passando per Pisticci e si concluderà alle 20,00 sempre a Marconia e a Pisticci dopo aver visitato l’isola ecologica in “Contrada Feroleto” nella quale verranno depositati i rifiuti raccolti durante il Tour, il tutto ripreso e documentato dalle telecamere di Rai e giornalisti della stampa locale. Durante il Tour si potranno scambiare opinioni su modalità di controllo di questo “malcostume”, cui tutti potranno suggerire delle indicazioni. Al più presto sarà resa nota la locandina dell’iniziativa che sarà comunicata per tempo via Facebook e a mezzo stampa. “Una grossa fetta di responsabilità che è da addebitare alla totale assenza del “senso Civico”o chiamiamola “indifferenza” da parte della comunità. Solo se è la comunità stessa a ribellarsi e solo se è la comunità stessa a fare da controllore e non da mero controllato, si può tentare di uscire dal tunnel di inciviltà in cui siamo costretti a vivere. E’ la famigerata cittadinanza attiva che può a mio avviso e deve , intervenire accanto all’Amministrazione”. Queste le parole in cui la Dott.ssa Leone e l’Amministrazione Comunale hanno lanciato un ulteriore campagna di sensibilizzazione e di azioni verso un tema molto caro al territorio Pisticcese.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*