Nuovo look per la villa comunale di Marconia. Giochi anche per diversabili

Saranno conclusi durante il prossimo mese di luglio i lavori di rifacimento della villa comunale a Marconia. Nei giorni scorsi l’Ufficio Stampa del sindaco Vito Di Trani, ha reso pubblico il progetto per ultimare la riqualificazione di quella parte della villa comunale destinata a parcovilla1 giochi. I lavori iniziati da qualche mese, giungeranno così a conclusione, in seguito all’istallazione dei nuovi giochi per bambini e disabili, che si spera non finiscano nuovamente nel mirino dei vandali di turno. L’amministrazione comunale di Pisticci, con questo progetto, intende rinnovare quella parte di villa comunale, fino a poco tempo fa depredata d’ogni corredo. Gli interventi adoperati finora, sono stati volti alla riqualificazione del verde. Un folto prato e dei coloratissimi fiori hanno dato nuova vita ad una zona, che risultava a dir poco degradata. I lavori per l’area verde attrezzata della villa comunale di Marconia, hanno previsto una prima fase di potatura di alberi e siepi e rizollatura del terreno. Successivamente si è proceduto con l’addobbo floreale, festeggiato qualche settimana fa, in occasione della Festa del VerdeflorioADAM Pubblico, nell’ambito del progetto Rigenerazione Urbana, promosso dal Circolo Legambiente di Pisticci e altre associazioni. L’ultimo tassello, dunque, sarà aggiunto nei prossimi giorni, con l’istallazione di giochi per l’infanzia nuovi di zecca, scivoli, percorsi per bambini, altalena a due posti ed altalena per disabili. La notizia è stata accolta con grande entusiasmo presso la nuova sede dell’Associazione Diversamente Abili di Marconia, che da anni opera sul territorio di Pisticci. Il presidente Florio, sorpreso e compiaciuto, ha commentato: “Dopo una novità di questa portata non posso far altro che ringraziare l’amministrazione comunale, che ha dedicato questo pensiero verso tutti coloro i quali sono impossibilitati ad utilizzare una normale altalena. E’ inutile nascondere, che è grazie ad associazioni come la nostra se in questa cittadina c’è più rispetto e considerazione per i diversabili”

Leave a comment

Your email address will not be published.


*